Imputami il peccato di voler sopravvivere

YIFAN

(foto di Zhang Yifan)

Ci ascoltavamo

senza parlare.

La lentezza

dello sguardo

.

.
dava alla

nostra storia

un ritmo lento

.
diluito.

.

.
Conoscevamo

orizzonti

fuori

dall’inquadratura.

.

.
Mettevamo a fuoco

ogni cosa e forse

.

.
ci siamo spaventati.

(Anna Mosca)